MatiteColorate è un sito di raccolta delle più belle risorse didattiche presenti sul web, prelevati da siti esterni , trovate l'indicazione del sito di provenienza in basso a ciascun post, …

MONASTERO DEI BENEDETTINI / PIAZZA DANTE, 32 CATANIA (CT)

Dal 29 maggio Al 3 giugno
Lo spettacolo Da martedì a venerdì ore 18:00, sabato e domenica ore 17:00 e 19:00. –

Dentro un teatrino da campo costruito sotto le maestose fronde dei Ficus, da martedì 29 maggio va in scena “Pietra Magica Pietra”.

Attori e pupazzi vivono insieme ai bambini un racconto coinvolgente, carico di magia e divertimento.Una fiaba africana per ridere ma anche per celebrare i valori dell’amicizia, della solidarietà, della fiducia. Un’esperienza ricca di emozioni contrastanti che ci trasporta in una cultura solo apparentemente lontana.

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il 320.3920074 oppure visitare il sito

PIETRA, MAGICA PIETRA


Spettacolo teatrale per 3 attori e 15 pupazzi

di Pamela Toscano

Alla periferia di un grande centro abitato, in una variopinta baraccopoli, alcuni bambini cominciano a scomparire.

Due ragazzini, Gogo e Tembi, amici fraterni, riusciranno a trovare i colpevoli: con l’aiuto di animali parlanti, strane magie e molto coraggio, sconfiggeranno il Malvagio che si nutre della paura e del pianto. Un incantesimo che si dissolve di fronte alla fiducia e all’entusiasmo, la prepotenza e la cattiveria sopraffatti dal gioco e dalla forza della fantasia.

La storia è tratta dalla tradizione dei racconti orali dell’Africa Sub-Sahariana, se ne rintracciano molte varianti in Camerun, Burkina e Senegal, ma in questa versione riadattata la città di Pola diventa un luogo metaforico: la trama con i suoi curiosi personaggi, potrebbe prendere vita in una delle ormai diffusissime aree suburbane del mondo in cui tradizione e modernità creano contrasti sempre più eclatanti. Per questa ragione “Pietra, Magica Pietra” è un racconto a più livelli. L’interazione di pupazzi e attori svela la possibilità di riscoprire giochi antichi fatti di oggetti trovati o fatti a mano, fantasia pura e voglia di raccontare storie, con un’attenzione particolare a una società multirazziale in cui la diversità sia un valore. Una società in cui un posto speciale è occupato anche dagli animali, portatori di consigli e sostegno per chi è in grado di ascoltarli, tanto da riuscire a trasformare i comportamenti abituali di prepotenza e sopraffazione, in collaborazione e appoggio reciproco. Il tutto condito da un pizzico di magia, quella della memoria e delle tradizioni, la magia della natura e della gioia.

In questa fiaba moderna, il mondo non è roseo, esistono il dolore concreto e palpabile della povertà e della violenza, per questo anche i valori positivi risultano concreti e verosimili, la magia non è un potere astratto e irraggiungibile, piuttosto è frutto dell’amore che sa ancora riconoscere la meraviglia della semplicità: una piccola pietra può rompere un potente incantesimo.

Un teatrino costruito con materiali poveri mostra la baraccopoli, la strada, la scuola, la ferrovia, gli interni sbilenchi delle case, i tre attori muovono e parlano i pupazzi, fatti a mano, rimanendo sempre visibili ai bambini, coinvolgendoli nella storia, in un’atmosfera familiare e intima che sfrutta al massimo il virtuosismo degli artisti e la poesia del racconto senza effetti speciali, senza trucchi. Lo spettacolo ha una durata di circa un’ora, si rivolge a bambini tra i quattro e i dieci anni che assisteranno allo spettacolo seduti a terra su cuscini e tappeti. È prevista anche la partecipazione degli adulti, accompagnatori dei bambini, che saranno seduti sulle sedie.

Attori e pupazzi vivono insieme ai bambini un racconto coinvolgente, carico di magia e divertimento. Una storia africana per ridere ma anche per celebrare i valori dell’amicizia, della solidarietà, della fiducia. Un’esperienza ricca di emozioni contrastanti che ci trasporta in una cultura solo apparentemente lontana.

 
Fonte di provenienza dell’articolo

Commenti su: "Pietra Magica Pietra – Fiaba Africana per ridere ma anche per celebrare i valori dell’amicizia, della solidarietà, della fiducia" (1)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: