MatiteColorate è un sito di raccolta delle più belle risorse didattiche presenti sul web, prelevati da siti esterni , trovate l'indicazione del sito di provenienza in basso a ciascun post, …

Archivio per la categoria ‘News Scuola’

Catania: In arrivo nonni-vigili davanti le scuole: ecco cosa ne pensano i catanesi

L’interessante progetto “Vigilanza nelle scuole anno 2012” – presentato dal Comune una decina di giorni fa– avrà finalmente inizio. L’obiettivo è quello di valorizzare il tempo, le competenze e le conoscenze degli anziani, al fine di consentire innanzitutto uno scambio intergenerazionale e garantire, poi, una partecipazione attiva alla vita sociale e culturale ai “nonni”. I requisiti, presentati nel comunicato pubblicato dallo stesso comune di Catania, sono l’essere pensionati, in possesso di idoneità psico-fisica in relazione ai compiti da svolgere, non aver riportato condanne penali, nè avere procedimenti in corso e godere dei diritti politici. Il titolo di preferenza è l’essere stato appartenente al corpo di P.M. o ad altre Forze dell’ordine. Il servizio, a titolo esclusivamente gratuito, dovrà esser prestato all’orario di ingresso e di uscita degli allevi in tutte le scuole cittadine. Ma i genitori e gli interessati stessi cosa ne pensano? Due chiacchere nelle scuole del centro -quelle dove è maggiormente sentito il problema del traffico-per comprendere come è stato accolto il progetto. I genitori che lavorano, sottolineano quanto valida sia una iniziativa come questa. “Da mamma, credo che la cosa sia importante per i nostri anziani che, sempre più spesso, vivono problemi di solitudine e anche di depressione: per loro sarebbe un ottimo modo per trascorrere le giornate e rendersi utili, dato che l’essere messi da parte dai figli e dalla famiglia, li avvilisce moltissimo. In più, per le famiglie, come la mia, dove entrambi i genitori lavorano, è una comodità, perché ci permette di sbrigare altre faccende“, spiega Valentina R. 33 anni, che è andata a prendere suo figlio Luca di appena 4 anni.

Gli anziani sono affidabili. Sono gentili, amorevoli e molto disponibili. E’ comunque vero che gli si affida una certa responsabilità, ecco perché sarebbe giusto selezionare quelli che se la sentono fisicamente di affrontare un progetto del genere, d’altronde i bambini sanno creare situazioni di caos e disordine, quindi, bisogna che siano capaci di sostenere determinati ritmi”, precisa un’altra mamma, Agata Scifo, 40 anni.

E i “candidati”-cioè i nonni stessi-cosa dicono? Sono già parecchi, nelle scuole, quelli che,sorridenti, attendono la fine delle lezioni dei nipoti.

“Ho già visto alcuni nonni impegnati in quest’attività e altri che danno una mano d’aiuto ai nostri figli, che lavorano tutto il giorno. Se hanno il tempo di farlo, perché no? E’ una ottima iniziativa. Io, però,pur essendo pensionato, non potrei farla, perché i miei nipoti mi rubano, nel senso buono del termine, tutta la giornata: di giorno a scuola, quando posso li aiuto coi compiti e il pomeriggio, li porto a fare sport. Però la consiglierei a chi non è fortunato come me: conosco situazioni molto tristi di anziani abbandonati dalle loro stesse famiglie!”, dichiara il signor Tricomi,di 70 anni.

Velata di critica, la dichiarazione di un altro nonno, il signor Salvatore Platania di 69 anni, che seduto su una vespa, all’uscita della scuole, aspetta la nipote. “Io ancora lavoro, ma non parteciperei mai a questa iniziativa per un solo motivo: l’inciviltà dei catanesi! Le istituzioni sono poco presenti, ognuno fa di testa sua, il traffico è inaccettabile..quindi stare per strada sarebbe pericoloso non solo per i bambini, ma anche per noi stessi!”

Chi invece, degli ex-vigili, sarebbe disposto a partecipare all’iniziativa? Dal corpo della Pulizia Municipale ci spiegano che obbligatoriamente devono essere presidiati tutti i plessi delle scuole cittadine, a maggior ragione in quei casi dove le situazioni sono più complicate, relativamente al sistema di viabilità. “Bisogna saper operare ed avere metodo”, dice uno dei vigili urbani del centro storico. “Sinceramente non lo so se i miei colleghi parteciperanno: il progetto è totalmente gratuito,e forse in molti, visti i tempi che corrono, preferiscono trovare un altro lavoretto che permetta di arrotondare. Tra l’altro i cittadini a stento riconoscono la nostra autorità, quando diciamo loro di disimpegnare un marciapiede o altro, figuriamoci come reagirebbero con altre persone. E’ pure vero, però, che il progetto ha un fine nobile,che non è solo relativo alla viabilità,ma anche al controllo su faccende importanti,quali la delinquenza o la droga,che toccano, anche le nostre scuole” conclude il vigile.“

Fonte di provenienza dell’articolo
 
Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/cronaca/nonni-vigili-davanti-scuole-catanesi.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 
Articolo correlato:

Catania: Anziani a lavoro, arrivano i nonni-vigilantes nelle scuole

 

Catania: Anziani a lavoro, arrivano i nonni-vigilantes nelle scuole

Anziani a lavoro: arrivano i nonni-vigilantes nelle scuole
„Gli anziani in pensione, desiderosi di dare ancora un contributo alla comunità cittadina, potranno presentare domanda di vigilanza e sorveglianza, a titolo gratuito, nelle scuole entro il 13 aprile“

Il Comune di Catania con una proposta interessante ha deciso di coinvolgere attivamente gli anziani nei servizi della comunità cittadina.Per volere del sindaco Raffaele Stancanelli e dell’assessore alla Polizia Urbana Massimo Pesce è stato avviato il progetto “vigilanza nelle scuole“, con l’obiettivo di valorizzare il tempo e le competenze di quella fascia delle popolazione che, terminata la fase lavorativa della propria vita, voglia ancora spendersi con un progetto utile alla città.

A svolgere il servizio di vigilanza e sorveglianza, a titolo gratuito, all’ingresso e all’uscita dalle scuole, possono partecipare gli anziani pensionati in possesso di idoneità psico-fisica, certificata dal servizio sanitario nazionale, in relazione ai compiti da svolgere. Costituirà titolo preferenziale l’essere stato appartenente alle forze dell’ordine.

Chi fosse interessato può presentare la propria candidatura, entro giorno 13 aprile, alla Direzione Risorse Umane e Formazione di piazza Gandolfo o al Comando di Polizia Municipale, su un modulo predisposto e pubblicato nel sito istituzionale del comune.

Il vantaggio di questa iniziativa è duplice -ha spiegato l‘assessore Pesce– perché da una canto evitiamo l’impiego di personale della polizia municipale fisso davanti i plessi scolastici per destinarli ad altri scopi di viabilità e dall’altro teniamo fede a un dovere di socialità verso i nostri pensionati”.

E’ un atto di reciproca solidarietà nell’interesse della collettività – ha commentato l’assessore al personale Sebastiano Arcidiacono– che portiamo avanti per migliorare, senza oneri per il Comune, alcuni servizi importanti per la cittadinanza “

Anziani a lavoro: arrivano i nonni-vigilantes nelle scuole
„Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Direzione Personale in piazza Gandolfo, 3 ogni martedì e giovedì dalle ore 9 alle ore 13 o telefonare allo 095/7423764/65oppure al Comando di Polizia Municipale di piazza Spedini, 5/a, tel. 095/531333.“

Fonte di provenienza dell’articolo 
Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/cronaca/anziani-lavoro-vigilantes-scuole-bando-comune.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 

3 aprile 2012Anziani addetti alla vigilanza davanti alle scuole della città a titolo gratuito
 

Bando vigilanza nelle scuole 2012

 

Allegati

 
Fonte: Ufficio RIS UM. – Selezione Risorse Umane e Formazione

Email Referente grazia.rapisarda@comune.catania.it

 

Catania: Porta due libri per l’infanzia e riceverai un regalo Ikea. “Ikea” e “Cavallotto Librerie” insieme per sostenere i bambini in ospedale

Ikea e Cavallotto Librerie insieme per sostenere i bambini in ospedale. Così, dall’1 al 18 settembre basta donare due libri per ricevere un piccolo omaggio da parte di Ikea
Per dare sostegno e conforto ai bambini in ospedale, a Catania si sono uniti due progetti benefici, “Ti regalo una storia”, programma promosso da Cavallotto Librerie e voluto dal Prof. Francesco De Luca, Direttore dell’U.O. Cardiologia Pediatrica Ospedale Ferrarotto di Catania e Rileggimi” campagna ideata da Ikea a sostegno dei bambini.

lingo-portariviste__0108695_PE258315_S4-3

Dall’1 al 18 settembre 2011, basta portare due libri per bambini, nuovi o usati in buone condizioni, nel punto venditaIKEA di Catania, i libri donati, contribuiranno a incrementare le biblioteche presenti negli ospedali aderenti al progetto “Ti regalo una storia”, che assiste i bambini ospedalizzati grazie all’impegno di lettori volontari.

I donatori, dei libri riceveranno un piccolo omaggio da parte di Ikea, precisamente si potrà scegliere tra un Reggilibri Billy,  (in vendita al reparto soggiorno, esposizione mobili); o unPortariviste Lingo, (in vendita al reparto casaordine, mercato). Il singolo visitatore potrà portare al massimo 8 libri con cui avrà diritto a 4 omaggi.

Inoltre, il progetto tutto catanese “Ti regalo una storia”, coinvolge anche volontari, disponibili a regalare ai bambini ricoverati negli ospedali del territorio qualche ora di svago attraverso la lettura di fiabe. I volontari possono registrarsi attraverso l’apposito form del sito.

Regala un libro

Business picture

Può bastare davvero poco per regalare a un bambino qualche momento di serenità e distrazione. Se hai in casa un libro di favole o di racconti per bambini, puoi donarlo al progetto “Ti regalo una storia” e dare così il tuo contributo. In alternativa, puoi acquistare un libro per l’occasione e consegnarlo in un punto raccolta. Per donare il libro è sufficiente recarsi in uno dei punti di raccolta allestiti presso le aziende partner qui di seguito elencate:

Cavallotto Librerie:
Catania – Corso Sicilia 91 e Viale Ionio 32

Bruno:
Catania – Via L. Rizzo 32
Misterbianco – Viale del Commercio
Le Zagare – Parco Commerciale Le Zagare
Gravina – Centro Commerciale Katane

Ragazzini Generali: 
Catania – via Sanzio, via Monfalcone, via Umberto
le Zagare ed Etnapolis

Cinema Planet
Catania (zona Canalicchio) – Viale della Costituzione, 47
Cinema Alfieri
Catania – Via Duca degli Abruzzi 8
Cinema Odeon
Catania – Via Filippo Corridoni 19
Cinema Ariston
Catania – Via Balduino 15/A

La stangata del caro libri

Secondo il Codacons le famiglie italiane spenderanno in media l’8% in più rispetto al 2010

carolibri

 Arriva l’ennesima stangata per le famiglie italiane. È quella della scuola, in particolare del caro libri. Secondo il Codacons le famiglie italiane spenderanno in media l’8% in più rispetto al 2010.

Ad incidere sulla maggiore spesa “non è solo l’aumento dei loro prezzi, ma anche quello del loro numero dovuto all’incremento delle materie insegnate, oltre che l’aumento dei tetti massimi di spesa fissati dal ministero dell’Istruzione, che quest’anno, per venire incontro alle esigenze delle famiglie in questo periodo di crisi, ha pensato bene di alzare i tetti ministeriali in percentuali variabili tra l’1,4% e il 3,8% a seconda della scuola. E pensare che nel 2009 il ministero aveva pronosticato, entro i successivi tre anni, una diminuzione di spesa del 30% per l’acquisto dei libri scolastici. Un dato fantasioso, salvo che il prossimo non avvenga un miracolo. Come se non bastasse, secondo le prime rilevazioni del Codacons, il 30% delle scuole sforerà i tetti di spesa fissati dal ministero, nonostante il loro innalzamento. Più contenuto, invece, l’aumento del corredo scolastico, che, in linea con l’inflazione, registra aumenti medi del 2%”.

Il Codacons, per consentire alle famiglie di risparmiare sul costo dei libri, invita le scuole ad organizzare la “Giornata dell’usato. Si tratta di allestire, all’interno delle strutture scolastiche, per sabato 3 settembre, un mercatino dell’usato per favorire lo scambio diretto tra studenti. Inoltre, le scuole potrebbero acquistare i libri di testo, per conto di tutti gli studenti, in modo da risparmiare sull’acquisto grazie al grande quantitativo e all’ordinativo all’ingrosso”.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Soldi dalla Regione per la scuola elementare Pertini di Trapani

Ammonta a 349.428,62 euro il finanziamento concesso dalla Regione Siciliana, nell’ambito del PON per l’edilizia scolastica, relativo al progetto di manutenzione straordinaria della scuola elementare “E. Pertini”. La comunicazione dell’utile collocazione in graduatoria, ai fini del finanziamento, è giunta oggi con telegramma del Presidente della Regione Raffaele Lombardo e dell’Assessore Regionale Mario Centorrino.

E’ un ulteriore intervento, che integra la politica di riqualificazione ed adeguamento degli edifici scolastici, perseguita sin dal 2002 dall’Amministrazione Comunale, che ha portato via via ad eseguire lavori in tutte le scuole di pertinenza comunale.

La scuola Pertini è stata già oggetto di alcuni lavori. In particolare, nel 2005 l’Amministrazione aveva partecipato ad un bando della Regione per l’assegnazione di contributi inerenti interventi nel settore dell’edilizia scolastica. A marzo del 2006 era stato approvatori il progetto definitivo per lavori di ristrutturazione, manutenzione straordinaria e adeguamento alle norme di sicurezza, igiene, agibilità e superamento delle barriere architettoniche del plesso “E. Pertini” di via Erodoto per un importo complessivo di 670 mila euro. L’Amministrazione si era impegnata ad intervenire con fondi propri per il completamento delle opere, rispetto al limite di finanziamento concesso dalla Regione. Il progetto era stato giudicato inammissibile e l’Amministrazione Comunale aveva proposto ricorso straordinario contro l’esclusione. Nel 2007, intanto, il Comune aveva partecipato ad un altro bando realizzando il progetto – stralcio definitivo della complessiva opera, riguardante l’adeguamento dell’impianto elettrico e di quello antincendio. La Regione aveva finanziato i lavori per € 115.648,77 pari al 70 per cento del costo complessivo. A luglio del 2010 la Regione ha comunicato all’Amministrazione che il ricorso a suo tempo presentato era stato accolto ed ha chiesto di provvedere alla rielaborazione del progetto, eseguito dall’Amministrazione, tenendo conto degli interventi già eseguiti. Il progetto esecutivo dell’opera è stato pertanto trasmesso a giugno scorso.

Fonte di provenienza dell'articolo

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: