MatiteColorate è un sito di raccolta delle più belle risorse didattiche presenti sul web, prelevati da siti esterni , trovate l'indicazione del sito di provenienza in basso a ciascun post, …

Archivio per la categoria ‘Piccoli consigli’

I motori di ricerca più adatti a voi bambini

Come gli adulti, molti bambini sanno che per cercare qualcosa in Rete bisogna andare su un motore di ricerca, come Google. Ma lo sai che esistono dei motori di ricerca fatti  apposta per te? Con l’aiuto di mamma e papà, scopri con noi i dieci migliori motori di ricerca adatti ai bambini come te.

Chiedi ai tuoi genitori di imparare con te come usarli e scegli quello che più ti piace.

Questi motori sono tutti “amici dei bambini” e ti permettono di trovare i contenuti più giusti per la tua età. Inoltre, la grafica è molto più divertente di quelli che usano i grandi.
Ed ecco la Top Ten dei motori di ricerca più amati dai bambini.

  1. Kid Search: un buffo computer è la mascotte di questo motore che ti aiuta a esplorare il web in libertà e sicurezza. Le ricerche vengono fatte all’interno di una directory di oltre 2000 siti in tre lingue (italiano, inglese e francese) che sono stati visitati e approvati dalla redazione di mypage.it.
  2. Baol: il nome sta per bambini on line, ma Baol è anche il personaggio principale (altro…)

Bimbi – Pinocchio già a 3 anni –

Foto fonte: nonsolosalento.it

L’età delle bugie: una recente ricerca ci impone nuove riflessioni. «I piccoli mentono per farsi notare: meglio evitare le punizioni», dicono gli esperti. «Crescendo, lo fanno per non sentirsi inferiori. Non lasciamoli soli»

Francesco Vicario
Gente – N.27 – 3 luglio 2012 Pag. 68 Pinocchio ha fatto scuola.
E pensare che abbiamo passato anni a raccontare ai bimbi che naso lungo e  gambe corte non portano da nessuna parte. Onestà e verità, sempre e comunque. Macché, fiato sprecato. Rassegniamoci: a guardare i risultati (altro…)

Presto Tata! LE PERLE DI TATA ADRIANA IN FORMATO VIDEO

La famosa Tata Adriana, alias Adriana Cantisani, dal 2011 è il volto e la family coach del sito di Bio Presto Baby, il detersivo ipoallergenico, testato sotto controllo pediatrico, più indicato per i capi dei più piccoli.
Il sito di Bio Presto Baby è un vero e proprio supporto on-line dove i genitori troveranno moltissime risposte ai loro dubbi e all’interno del quale, la family coach Adriana Cantisani fornirà consigli utili per affrontare al meglio i problemi quotidiani con i bambini: dalla pappa alla nanna, dai capricci all’arrivo di un nuovo fratellino…, sino a consigli pratici per l’igiene e la salute dei piccoli.

LE PERLE DI TATA ADRIANA IN FORMATO VIDEO (altro…)

Navigare in sicurezza. Google lancia ‘Buono a sapersi’

buono_a_sapersi_google

– Google è scesa in campo per la sicurezza online e, in collaborazione con la polizia Postale e delle Comunicazioni, ha lanciato il progetto “Buono a sapersi“. L’informazione per una navigazione sicura passa attraverso un sito e di una campagna pubblicitaria. Il vademecum del arriva quindi anche in Italia dopo Stati Uniti, Regno Unito e Germania.

“Buono a Sapersi nasce proprio per indicare alle persone passi semplici e chiari che ciascuno può seguire”, ha dichiarato Simona Panseri, direttore Comunicazione e Public Affairs di Google in Italia. (altro…)

Come affrontare il terremoto con i più piccoli

sicurezza terremotoIl terremoto è un evento naturale difficile da gestire anche per gli adulti, soprattutto per la reazione di ansia e paura che genera in ognuno di noi. Un terremoto stravolge il nostro equilibrio per molti aspetti.

Da una parte ci sono i possibili danni alla nostra casa, che è percepita come un nucleo fondamentale di riferimento anche nello spazio. Dall’altra ci sono i danni immateriali che avvengono dentro di noi.

(altro…)

Un braccialetto per ritrovare i bambini

Ti sei perso?. A chi non è mai capitato di fare questa domanda a un bambino in lacrime in un parco divertimenti, al centro commerciale o in spiaggia?

Capita spesso, infatti, che i piccoli si perdano e non siano in grado di fornire le informazioni necessarie per rintracciare al volo i genitori, evitando a tutti, al bimbo e a mamma e papà, inutili e prolungati spaventi. Con i bambini non ancora in grado di parlare, quindi, ritrovare i genitori può rivelarsi un’impresa.
Ecco, dunque, che è stato studiato un metodo per renderli facilmente identificabili e aiutarli qualora si perdano o si allontanino dalla famiglia. Si tratta di un semplicissimo braccialetto, proposto in una colorata gamma di clori, sul quale scrivere i dati di contatto di mamma e papà: nome, cognome, un numero di telefono su cui rintracciarli.

INFOBAND: I BRACCIALETTI PER I BAMBINI CHE SI PERDONO

I braccialettiInfoband, distribuiti in Italia da Damblé e venduti al pubblico a 4€, sono disponibili in 12 coloratissime varianti, sono privi di PVC, lattice e altre sostanze che potrebbero causare allergie. Il fermaglio di chiusura (che permette di riutilizzare il braccialetto più volte) è apribile soltanto con l’uso di due mani in modo che il bambino non possa aprirlo da solo. Vi si può inserire vari dati, dal nome e cognome del piccolo al numero di telefono dei genitori, dalla lingua parlata dal bambino (nel caso ci si trovi all’estero) ad avvertenze essenziali quali malattie e allergie.
È sufficiente scrivere i dati desiderati con una comune penna a sfera: il testo diventa istantaneamente resistente all’acqua, perfetto al mare o in piscina.
Insomma, un braccialetto semplicissimo prezioso, però, quando ci si sposta con i bimbi. Quando si frequentano grandi spazi affollati. Quando si vuole, comunque, lasciare al proprio figlio libertà di azione e movimento.
Non significa “abbandonare a se stesso il bambino tanto in qualche modo mi sarà riportato”. Ma rendere meno traumatiche eventuali “perdite di vista”.

Fonte di provenienza dell’articolo

Carne vs pesce – Carne e pesce a confronto per capire quale risulta migliore dal punto di vista nutrizionale.

Per anni si è discusso se il pesce fosse meglio della carne o se quest’ultimo fosse meno grasso, più proteico e, di conseguenza, più sano.

In realtà, pare che i dietologi siano arrivati a un accordo e il match tra i due alimenti si è concluso in perfetta parità: tra i due non pare, infatti, esserci un vincitore e un vinto. Entrambi sono in grado di fornire all’organismo il giusto apporto proteico e calorico e se il pesce è imbattibile quanto a leggerezza dato la scarso tenore lipidico, la carne risulta essere più ricca di proteine, quindi di sostanze utili per l’organismo.

Vediamo i dati:
per avere 20 grammi di proteine sono necessari 85 g di petto di pollo, 96 g di agnello, 100 g, di filetto di bovino, 93 g di maiale. Per la stessa quantità di proteine occorrono, invece, 120 g di nasello e 115 g di spigola (o pesci simili). Però, mentre questi ultimi due contengono, a parità di peso, 0,3 e 1,7 g di grassi per un totale, rispettivamente, di 83 e 94 calorie, i valori salgono sensibilmente nel caso della carne (eccezione fatta per il pollo e le carni bianche): 5 g la carne di bovino, 7,5 il maiale, 2,6 l’agnello per un totale di 123 calorie (filetto), 150 calorie (maiale) 104 calorie l’agnello.Conclusione, per avere la stessa quantità di proteine è necessario aumentare le porzioni del pesce facendo, così, salire l’introito dei grassi e delle calorie.

La parità è, quindi, assoluta anche prendendo in esame le carni più grasse che, da parte loro, forniscono mediamente più ferro e vitamine del gruppo B, fondamentali per la crescita e lo sviluppo di un bambino. Per questa ragione, i nutrizionisti predicano la varietà nella scelta, alternando pesce e carne in modo tale che né l’uno né l’altro vengano a mancare sulla tavola e nella dieta dei piccoli.

Chi, invece, preferisse diminuire le dosi della carne può farlo tranquillamente sostituendole con ilegumi, alimenti alternativi e vera e propria miniera di proteine.

Carne vs pesce

Perché, però, la sostituzione sia corretta, è necessario abbinarli con i cereali (riso, orzo…) ricchi di due amminoacidi essenziali, la metionina e la cisteina, che mancano invece a lenticchie, ceci, fagioli… Insomma, come a dire: l’unione fa la forza.

Rispetto alla carne, inoltre, i legumi contengono meno grassi anche se forniscono, a parità di peso, un elevato apporto calorico, forniscono una gran quantità di minerali e vitamine e sono ricchi di fibre e lecitina, utili per abbassare il tasso di colesterolo nel sangue.

A voi la scelta, ricordando, però, che l’alimentazione migliore è quella che prevede numerose variazioni senza esclusione di un alimento a favore indiscriminato di un altro.

Bambinopoli.it – Fonte di provenienza dell’articolo

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: